IL BAMBINO GETTATO

FRANCISCO MELE
8 Febbraio 2012
Un padre in-affidabile e in-sostenibile

Un uomo di 25 anni, disoccupato, con precedenti penali per spaccio di droga, alle 5 e trenta del mattino, quando Roma si è svegliata tutta imbiaccata di neve, sequestra il figlio di poco più di un anno alla madre ed alla sorella della sua compagna che era ricoverata in ospedale dopo un tentativo di suicidio. L’ennesima lite è causata dalla questione relativa all’affidamento del bambino. L’uomo corre via dalla casa e arrivato al ponte Mazzini getta il figlio giù nel Tevere. Continua a leggere

Share on Facebook