CASO MEREDITH
la violenza originaria

PERUGIA: IL CRIMINOLOGO, PER RISOLVERE CASO MEREDITH SI SPERIMENTI TECNICA ‘GRANDE FRATELLO’
MELE, I PROTAGONISTI DEVONO RITROVARSI INSIEME IN UNO SPAZIO CHIUSO
Archivio > AdnAgenzia > 2007 > 12 > 15 >

”Bisogna fare in modo insomma -spiega all’ADNKRONOS- da reinnescare la dinamica del gruppo. Far si’ che i tre tornino a interagire, che si parlino, che superino la fase della narrazione. Quella fase in cui, come in sogno, non c’e’ differenza tra realta’ e finzione, in cui ciascuno in solitudine, confondendo il proprio ruolo con quello dell’altro, da’ voce al suo racconto, affidandolo non a caso, come stanno facendo tutti e tre, ad un memoriale scritto dal carcere nella consapevolezza che verra’ reso pubblico”. Continua a leggere

Share on Facebook